sabato 18 maggio 2013

Questione di velo...


                                    

C'è chi lo ama alla follia e chi lo trova un po' demodè, in ogni caso il velo è uno dei simboli cardine per ogni sposa.  Cerchiamo quindi di capire insieme in quali tipologie viene suddiviso questo splendido accessorio e quale tipo di velo maggiormente si adatta al vostro stile. Come sempre l'armonia deve essere alla base delle vostre scelte di look, quindi cercate di evitare strani contrasti come il velo lunghissimo su abiti corti o tea length o veli ultra moderni su abiti dalle linee classiche, ricordate sempre che non tutto sta bene con tutto! Fermo restando che i gusti son gusti e che ogni sposa è libera di scegliere il look che più la rappresenta, personalmente sconsiglio i veli molto lunghi e importanti per cerimonie civili o seconde nozze, trovandoli un po' fuori luogo. Molto meglio optate per qualcosa di più sbarazzino come una deliziosa veletta o un modello Flyaway meno solenni, ma ugualmente eleganti. Vediamo adesso insieme i principali modelli di velo!    


Veletta: E' il velo più corto, arriva a sfiorare la punta del naso o in alcuni casi il mento. Amatissimo dalle Vintage addicted la veletta sta vivendo una seconda giovinezza, grazie alle tante spose che la scelgono come complemento per il proprio look. Questo tipo di velo è incantevole con acconciature raccolte ma si presta molto bene anche coi tagli più corti, evitatelo però sulle lunghe chiome svolazzanti!  Perfetto su abiti dal gusto retrò, dona alla sposa un'aria elegante e misteriosa. 



Flyaway: Un velo corto che arriva a sfiorare delicatamente le spalle, caratteristica fondamentale di questo tipo di accessorio è l'affascinante effetto nuvola dato dai tessuti leggermente rigidi che vengono usati per realizzarlo. Vivace e romantico allo stesso tempo è perfetto su visi proporzionati non troppo paffuti in quanto otticamente tende a creare un ulteriore volume intorno alla testa.















Velo al gomito: Uno dei veli più richiesti, perfetto sia su modelli fascianti che su linee più ampie, questo modello si presta molto bene su abiti elaborati in quanto non ne offusca la ricchezza della gonna. Bello anche con i capelli sciolti o semi raccolti. Su abiti dallo scollo totale può essere portato in avanti per coprire le spalle in chiesa.




Velo a mantiglia: Solitamente bordato in pizzo, questo velo appuntato sulla sommità del capo, incornicia i lineamenti e cade dolcemente sulle spalle. Caratteristica essenziale di questo modello è l'assenza di blusher (calata sul viso). E' un velo molto romantico, elaborato, dall'aria virginale che dona particolarmente su abiti lisci e lineari. La lunghezza minima per questo tipo di velo è al gomito, in quanto, se di dimensioni più ridotte, perde gran parte del suo fascino.



Velo Fingertips: Ultra romantico, spesso arricchito dal blusher, è un velo importante che arriva fino a metà coscia. Il velo alla "Kate Middleton" è da sempre un modello molto amato dalle principesse di ogni tempo, poichè pur trattandosi di un  velo solenne, consente comunque alla sposa una certa libertà di movimento. Adatto anche a spose dalle forme più morbide, il taglio asimmetrico (corto davanti lungo dietro) infatti slancia la figura.




Velo cappella o velo cattedrale: E' il velo più lungo, spesso abbinato ad abiti molto importanti con un notevole strascico, forma una lunga coda incorniciando la figura. Adatto a cerimonie in grande stile ed a location di ampio respiro ( non a caso si chiama Cattedrale e non chiesetta!) questo tipo di velo richiede un  portamento impeccabile. E' un velo molto teatrale, non comodissimo da gestire, ma di grande effetto!