giovedì 9 gennaio 2014

L'amore in un click!

Salve sposine! Avete già scelto il fotografo per le vostre nozze? In questi giorni ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con una vera professionista del settore, Sara Lombardi. Personalmente adoro il suo stile dinamico e la sua innata capacità di cogliere l'attimo, sempre affiancate da un'impeccabile qualità tecnica. Doti per me fondamentali per una buona riuscita del servizio fotografico. Ciò che colpisce sfogliando il suo portfolio è la profonda consapevolezza che ogni matrimonio è un evento unico e come tale va trattato, esaltando la personalità degli sposi senza mai cadere nella banalità di pose stereotipate. Vi lascio con una piccola intervista che abbiamo realizzato sperando che possa tornarvi utile!


Sara da quanto sei nel settore? Sono un fotografa professionista da 5 anni, considerando formazione e collaborazioni circa 10 anni di attività.
 Che stile proponi? Il mio stile deve rispecchiare quello che sono il più possibile, come modo di porsi con i clienti e come presentazione del lavoro finale. Uno stile sincero ed immediato che deve comunicare e trasmettere le emozioni del momento senza forzature.

                   

Secondo te quanto tempo prima del matrimonio è bene fissare il fotografo? Non c'è un tempo preciso, ma prima lo si fa più ci sono probabilità di trovarmi libera, dal momento che non amo e non voglio prendere doppie date. Voglio curare personalmente tutte le fasi dell'evento e della produzione di un servizio fotografico. 
Di chi diffidare al momento della scelta del fotografo? Di chi regala troppo, di chi si pone fortemente competitivo economicamente perché solitamente non offrirà un impegno ed una qualità che in fase di accordo mostra. Fare il fotografo è un'attività molto costosa sotto molti aspetti e basta fare due conti per rendersi conto di quello che ci viene offerto e come.



 Qual'è per te il lato bello del fotografare matrimoni? Vedere la felicità di persone che conosci appena e sentirtene parte. Essere la scrittrice di quel giorno e pensare che il tuo lavoro sia l'unico ricordo finale di tanta felicità, preparativi, ansie, commozioni è davvero una bella sensazione. 
Quali sono invece le cose da non fare durante il servizio? Non forzare mai la natura degli sposi ma assecondarli e cercare di capire la loro personalità ed i loro gusti senza per questo mettere da parte il proprio modo di vederli. 



   

 La cosa più buffa che ti è capitata in questi anni di lavoro? Ho scambiato per lo sposo il fratello gemello all'arrivo in chiesa... non sapendo che lo avesse! 
Qual'è secondo te la foto che non può mancare ad un matrimonio? E' quella foto che suscita una qualsiasi emozione. 



E per finire...esiste la foto perfetta? Non esiste e non la cercherò mai...l'imperfezione di un momento, di un'espressione, di una luce è molto più interessante.

  



Foto http://www.saralombardi.it/blog/