giovedì 1 novembre 2012

SINDROME DA PRINCIPESSA...

Sono appena tornata da una Fiera Sposi locale, tutto o quasi tutto made in Italy e riflettevo su come a volte le spose perdano la testa! Era tutto un grande sfavillio di lustrini drappi fiori e stravaganze varie...troppo! Sembra che quel giorno ci si debba in qualche modo travestire, trasformare in qualche eroina di disneyana memoria. Trucco e parrucco compresi. Come se l'opulenza dell'abito coincidesse con una bellezza interiore...Non capisco, ho sempre pensato agli abiti come a qualcosa che parla di noi, del nostro modo di vivere e ai costumi (faccio anche l'attrice) come a qualcosa con cui diventare altro. Ecco, la stragrande maggioranza degli abiti sono in realtà costumi da principessa bianchi. Allora chiariamo qualche punto. L'abito principesco non è l'unico modello per la sposa. Esistono modelli stupendi e molto eleganti anche in linee meno cariche. L'effetto trapuntina sulla gonna, tipico di alcuni modelli  è brutto e inoltre è passato di moda. Se comunque optate per questo modello state attente, nelle linee principesche il rischio costume in maschera è altissimo quindi il tessuto deve essere di ottima qualità altrimenti si vede. Che vi devo dire a me le paillettes e i lustrini non piacciono; un bel pizzo, usato senza esagerare può essere molto più elegante! Ricordate sempre che non dovete sembrare altro da voi, il vostro stile deve essere riconoscibile. Per farla breve siate voi stesse con un bell'abito bianco! Ecco alcuni abiti della linea TOSCA Spose sobri, eleganti, senza strafare!